- Pubblicità -

Prezzi del Rame: Secondo Atto della Saga Anglo American e della Caccia all’Oro Rosso

- Pubblicità -

Boom dei Prezzi del Rame: Un Indicatore di Salute Economica

I futures del rame hanno raggiunto un livello record, toccando i 5,02 dollari per libbra sul NYMEX, segnando un aumento di oltre il 25% dall’inizio del 2024. La continua elettrificazione dell’economia globale e la crescente costruzione di data center spingono la domanda per questo metallo essenziale.

Ricordiamo che il rame è spesso visto come un termometro della salute economica globale, essendo un componente critico non solo nelle reti elettriche e nei veicoli elettrici ma anche nelle infrastrutture fondamentali per la transizione energetica come le turbine eoliche.

L’Impatto dei Data Center sulla Domanda di Rame

Con l’espansione dell’intelligenza artificiale, cresce esponenzialmente la necessità di data center, i quali dipendono fortemente dal rame per vari usi elettrici come connettori, sbarre collettrici e cavi di alimentazione. L’Agenzia Internazionale per l’Energia stima che il consumo energetico dei data center raddoppierà, raggiungendo oltre 1.000 TWh entro il 2026 dai 460 TWh del 2022.

Ridotte le Previsioni sul Surplus di Rame

Le previsioni sulla crescita della produzione di rame per il 2024 sono state ridimensionate a un modesto 0,5% rispetto a una crescita del 3,7% precedentemente stimata. Questo rallentamento è dovuto principalmente a una produzione più lenta del previsto, ritardi nella messa in servizio di nuovi progetti e una revisione al ribasso delle previsioni di produzione da parte dei principali produttori. Anglo American, uno dei giganti del settore, ha annunciato un taglio nella produzione di rame per il 2024 e il 2025 per ridurre i costi.

Continua la Saga di Anglo American

Come riportato in un precedente articolo su Word2Invest, Anglo American (LSE:AAL) ha recentemente rifiutato un’offerta di acquisizione da parte di BHP Group, affermando che l’offerta sottovalutava significativamente l’azienda e le sue prospettive future.

Anglo American sta ora pianificando di scorporare la sua unità di diamanti De Beers e di cedere le attività di produzione di carbone, nichel e platino come parte di una radicale ristrutturazione. Questi cambiamenti mirano a concentrare l’attenzione sugli asset più preziosi in rame e minerale di ferro e potrebbero rendere le azioni di Anglo American particolarmente attraenti in questo momento di ristrutturazione.

Valutazioni di Mercato e Opportunità di Investimento

Attualmente, le azioni di Anglo American sono valutate con un Ev/Ebitda forward di 5,33 e di 5,06 sui risultati previsti per il 2026, con un Ev/Sales rispettivamente di 1,81 e 1,76. Questi valori suggeriscono che le azioni potrebbero essere un investimento interessante, specialmente considerando il consolidamento previsto nel settore e la possibilità di partecipare alla ristrutturazione aziendale e ai benefici di un potenziale aumento delle offerte di acquisto.

Con la transizione energetica che si trova al centro di questa dinamica di mercato e la crescente domanda di rame, gli investitori potrebbero considerare queste azioni un’opportunità non solo per capitalizzare sulle fluttuazioni del prezzo del rame ma anche per investire in una società al centro della rivoluzione energetica e tecnologica.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo sui tuoi canali social utilizzando i pulsanti dedicati qui sotto e lascia un commento per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per assicurarti di non perdere i futuri articoli pubblicati su Word2Invest, iscriviti al nostro canale Telegram di Word2Invest.

Grafici forniti da TradingView. Visita il sito per accedere ad una serie di funzionalità avanzate, come il calendario economico.

Approfondimento

Un nuovo Bull market del rame?

- Pubblicità -

Soddisfa le tue aspirazioni finanziarie

Il Consulente Finanziario Indipendente che ti aiuta ad ottimizzare la tua vita finanziaria

Flavio Ferrara - Consulente Finanziario Indipendente
Roberto Contini
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking

Seguici su

- Pubblicità -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -