- Pubblicità -

Le azioni del Regno Unito sono convenienti, e iniziano a farsi notare

- Pubblicità -

Le azioni del Regno Unito sembrano convenienti in questo momento, non importa se la società è grande o piccola.

Basta dare un’occhiata a questo grafico, che mostra i rendimenti dei principali indici negli ultimi due anni.

Puoi vedere che i rendimenti totali (diamante arancione) del FTSE 250 del Regno Unito, che tiene traccia delle società a piccola e media capitalizzazione, sono rimasti stabili, nonostante i contributi positivi in ​​termini di utili (azzurro) e dividendi (grigio).

I contributi al rendimento dei principali indici negli ultimi due anni. Fonte: Goldman Sachs.
I contributi al rendimento dei principali indici negli ultimi due anni. Fonte: Goldman Sachs.

Lo svantaggio del suo rendimento totale è stato il considerevole calo del 20% (blu scuro) nella valutazione assegnata dal mercato.

Ciò ha lasciato l’indice scambiato a un rapporto prezzo/utili di poco più di 11x che, secondo Goldman Sachs, è vicino al minimo di 18 anni.

Anche l’indice FTSE 100 a grande capitalizzazione del Regno Unito, più focalizzato a livello internazionale, è scambiato a buon mercato in questo momento.

E come puoi vedere nel grafico, anche la sua valutazione è stata abbassata negli ultimi due anni.

Analisi del valore delle azioni del Regno Unito: opportunità di investimento nonostante le sfide

Questi downgrade delle valutazioni possono essere giustificati, ad esempio, se il punto di partenza è particolarmente elevato o quando l’economia sottostante è in difficoltà.

Nel grafico potete vedere che l’indice Asia Pacific è l’altra regione a sperimentare un calo di valutazione così brusco.

Ciò ha senso: ha una forte dipendenza dalla Cina, che ha più sfide economiche di quante si possano contare su due mani. Tuttavia, anche se il Regno Unito deve affrontare delle sfide, ci sono segnali di stabilità.

Le aziende girano intorno a questi prezzi bassi come avvoltoi: 12 aziende britanniche hanno ricevuto offerte di acquisizione lo scorso trimestre.

Virgin Money , del valore di 2,9 miliardi di sterline (3,6 miliardi di dollari), e il costruttore di case Redrow, del valore di 2,5 miliardi di sterline (3,1 miliardi di dollari), erano gli obiettivi principali.

Inoltre, International Paper e Mondi stanno entrambe facendo un’offerta per l’azienda di imballaggi DS Smith.

Ciò fa seguito alla grande acquisizione da parte di Hotel Chocolat lo scorso anno, che ha visto l’intenditore di cioccolato ottenere un prezzo superiore del 170% al suo prezzo di scambio prima dell’acquisizione: un dolce regalo per gli azionisti, davvero.

È difficile prevedere i prossimi obiettivi, ma un recente sondaggio di Bloomberg ha elencato 888 Holdings e Dowlais Group come potenziali nel Regno Unito.

Strategie di investimento: ETF per esplorare le aziende britanniche

Se volessi sfruttare il potenziale del Regno Unito senza il rischio di scegliere singoli titoli, potresti dare un’occhiata a questi ETF.

Il FTSE 100 del Regno Unito è leggero sui titoli tecnologici ma pesante sulle società energetiche, minerarie e farmaceutiche, nonché su alcune società di alta qualità come Diageo, London Stock Exchange Group e Unilever.

Anche se vengono scambiati a un prezzo inferiore al solito, potresti prendere in considerazione l’ETF iShares Core FTSE 100 UCITS ETF GBP (ticker SXRW, TER 0,07%).

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest.

Approfondimento

BlackRock aumenta le sue posizioni in Giappone

- Pubblicità -

Soddisfa le tue aspirazioni finanziarie

Il Consulente Finanziario Indipendente che ti aiuta ad ottimizzare la tua vita finanziaria

Flavio Ferrara - Consulente Finanziario Indipendente
Flavio Ferrara
Flavio Ferrara
Consulente Finanziario Indipendente (delibera numero 2046 del 25/10/2022 con matricola n. 631131). Da sempre interessato alla finanza, ha dedicato gli studi nell'analisi tecno-grafica e nell'analisi fondamentale dei Mercati Finanziari. Laureato in Scienze Economiche, ha frequentato diversi corsi di specializzazione tra i quali un Master in Corporate Finance e un corso in Value Investing. Spinto dagli studi e dalla specializzazione in Finanza, ha deciso di iscriversi all’esame OCF, superato con successo, e diventare un Consulente Finanziario Indipendente. La sua esperienza non solo teorica è a disposizione per assistere le persone nel raggiungimento dei loro obiettivi finanziari. Sostiene il concetto di una sana pianificazione finanziaria, in cui gli investitori ottengono rendimenti attraverso il valore creato nell’economia reale.

Seguici su

- Pubblicità -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -