- Pubblicità -

Il blocco dei trasporti nel Mar Rosso e Canale di Suez miete le prime vittime: crollano le azioni Maersk

- Pubblicità -

Le azioni dell’azienda danese Maersk, il più importante operatore del trasporto merci marittimo, sono crollate ieri quasi il 15% dopo che l’azienda ha fatto un profit warning, segnalando un’elevata incertezza nelle sue prospettive sugli utili per il 2024 a causa delle interruzioni del Mar Rosso e di un eccesso di offerta di navi da trasporto.

Maersk (CPH:MAERKS-A) ha dichiarato di aspettarsi un EBITDA compreso tra 1 e 6 miliardi di dollari quest’anno, rispetto ai 9,6 miliardi di dollari registrati nel 2023.

Maersk ha riportato profitti del quarto trimestre inferiori alle aspettative, con un EBITDA per il periodo di tre mesi sceso a 839 milioni di dollari rispetto agli 1,13 miliardi di dollari previsti dagli analisti e dopo questi risultati ha deciso di sospendere i riacquisti di azioni proprie a causa dell’incertezza.

Maersk, considerato un barometro del commercio mondiale e parecchi analisti, a cominciare da Jefferies e JP Morgan hanno sottolineato la gravità delle dichiarazioni di Maersk, perché, anche se c’è da aspettarsi che gli eventi del Mar Rosso incrementeranno gli utili nel primo trimestre, è comunque probabile che lo stato generale di sovraccapacità ritorni con l’avanzare del 2024 e possa continuare comunque nel 2025.

Nel breve termine il blocco del Mar Rosso può causare una piccola fiammata di inflazione

Come avevamo già avvertito nei nostri 2 precedenti articoli del 18 dicembre https://www.word2invest.com/2023/12/nuovi-venti-di-guerra-le-implicazioni-economiche-del-blocco-del-canale-di-suez/ e del 10 gennaio https://www.word2invest.com/2024/01/cosa-significano-gli-attacchi-del-mar-rosso-per-gli-investitori/, le catene di approvvigionamento globali hanno dovuto affrontare gravi interruzioni dalla fine del 2023, dopo che le principali compagnie di navigazione hanno iniziato a deviare i viaggi lontano dal Mar Rosso a seguito di una serie di attacchi da parte dei ribelli Houthi dello Yemen.

Il gruppo terroristico Houthi, che controlla larga parte dello Yemen e che è sostenuto militarmente ed economicamente dall’Iran, ha portato numerosi attacchi alle navi commerciali opera nel più ampio contesto della guerra in corso tra Gaza e Israele, che si sta allargando di fatto ad una guerra regionale.

Il traffico commerciale tra Mar Rosso- Canale di Suez-Mediterraneo rappresentava circa il 12% del traffico marittimo mondiale e circa il 30% del traffico container e le deviazioni da questa rotta hanno fatto aumentare i tempi e i costi di consegna, tanto che l’OCSE che lunedì ha avvertito che questi fattori potrebbero far aumentare l’inflazione dei prezzi delle importazioni nei 38 paesi membri di quasi 5 punti percentuali.

Un terzo dei volumi di container di Maersk sono stati colpiti dal blocco della navigazione del Mar Rosso e i tentativi di riprendere la navigazione sotto l’egida della marina militare U.S.A. e inglese sono stati vani, anche perché la Marina americana ha chiaramente indicato che attualmente non può garantire un passaggio sicuro attraverso lo stretto di Aden.

Maersk intende tornare a navigare nel Mar Rosso nel momento in cui sarà convinta di poterlo fare in modo permanente, cioè quando la minaccia Houthi sarà completamente annientata dagli attacchi inglesi e americani.

Maersk ha anche affermato che la crisi del Mar Rosso non è paragonabile ai disagi causati dalla pandemia, che, tra lockdown, cambiamenti nel comportamento dei consumatori e colli di bottiglia nella supply-chain, fece innalzare in modo permanente le tariffe di trasporto e i profitti dei vettori marittimi.

Nel caso attuale sembra chiaro che nel momento in cui riprenderà la navigazione attraverso il Canale di Suez, i prezzi scenderanno immediatamente.

Può essere interessante comprare azioni Maersk in questo momento?

Dopo il crollo di ieri, le azioni Maersk quotano con un EV/Ebitda di 5 sui risultati attesi per fine 2024 e tra 4-4,3 su quelli previsti per il 2025 e 2026, ma la visibilità e l’attendibilità delle stime attuali è piuttosto bassa perché la situazione è in continua evoluzione La deviazione delle rotte marittime attraverso il Capo di Buona Speranza ha fatto aumentare le tariffe di trasporto per le compagnie di navigazione, ma Clerc ha affermato che è improbabile che tali aumenti si traducano in profitti.

Grafico settimanale Maerks

Nel complesso che questo sarà qualcosa in cui genereremo profitti significativi da questa situazione”, ha affermato.

È qualcosa per cui oggi non si conosce ancora l’ammontare dei costi che stiamo assorbendo per mantenere in funzione la catena di approvvigionamento globale.

Nel complesso ai prezzi attuali le azioni Maersk potrebbero aver scontato quasi completamente i problemi che stanno derivando dal blocco della navigazione nel Mar Rosso e potrebbero essere interessanti per investitori con un’ottica di medio lungo termine, che vogliano cominciare ad accumulare posizioni sul titolo.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Grafici forniti da TradingView. Visita il sito per accedere ad una serie di funzionalità avanzate, come il calendario economico.

Approfondimento

Azioni Hugo Boss in caduta libera, malgrado l’incremento si utili e fatturato. Un monito per l’intero settore de lusso?

- Pubblicità -

Soddisfa le tue aspirazioni finanziarie

Il Consulente Finanziario Indipendente che ti aiuta ad ottimizzare la tua vita finanziaria

Flavio Ferrara - Consulente Finanziario Indipendente
Roberto Contini
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking

Seguici su

- Pubblicità -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -