- Pubblicità -

È stato registrato un primo Hindenburg Omen in febbraio, ma come funziona e quanto è affidabile questo indicatore?

- Pubblicità -

L’Hindenburg Omen è un indicatore tecnico progettato per prevedere i crash dei mercati azionari. Prende il nome dal disastro aereo del 1937 del dirigibile tedesco Hindenburg ed è stato ideato e promosso da James R. Miekka nel 2010.

L’Hindenburg Omen viene utilizzato come indicatore ribassista per prevedere i cali del mercato azionario.

Quando “attivato”, questo indicatore prevede che il mercato azionario effettuerà un ribasso o una correzione significativa entro i prossimi 3 mesi

Questo indicatore si basa sulla logica secondo cui molti ribassi del mercato azionario sono preceduti da divergenze di ampiezza, cioè di partecipazione al movimento al rialzo.

Un sano rally del mercato azionario (in cui è improbabile un crollo) si verifica quando la maggior parte delle azioni all’interno di un indice/borsa salgono tutte insieme.

Un malsano rally del mercato azionario (quello in cui è probabile un crollo) si verifica quando alcuni titoli all’interno dell’indice/borsa salgono mentre altri scendono, anche se i titoli che salgono prevalgono temporaneamente sui titoli che stanno scendendo.

Ciò indica una mancanza di partecipazione al rally del mercato azionario. Dato che sempre più azioni non si uniscono al rally, l’ampiezza è debole, il che suggerisce che il rally del mercato azionario potrebbe presto vacillare.

Se riesci a vedere una “divergenza di ampiezza” mentre il mercato azionario sta salendo, allora puoi prevedere un crollo.

Questo è esattamente ciò che fa l’Hindenburg Omen: cerca le divergenze di ampiezza.

L’Hindenburg Omen indubbiamente è un indicatore che funziona, anche se non si può pretendere che funzioni il 100% delle volte, perché non esiste un Santo Graal nei mercati finanziari.

Come è costruito l’Hindenburg Omen?

L’Hindenburg Omen si verifica quando sono soddisfatte 5 condizioni:

  1. il numero di nuovi massimi e nuovi minimi delle ultime 52 settimane deve superare il 2.2% di tutte le azioni quotate al NYSE in un giorno.
  2. La media a 50 giorni (10 settimane) del NYSE deve essere impostata al rialzo.
  3. L’oscillatore McClellan deve essere negativo.
  4. Il il rapporto tra nuovi massimi e nuovi minimi non sia troppo sbilanciato.
  5. Dopo il primo Hindenburg Omen, deve verificarsi almeno un altro segnale entro 36 giorni per dare un vero e proprio segnale di ribasso.

Quando il segnale si attiva, evidenzia un mercato profondamente diviso”, in cui la smart money sta vendendo, anche se l’indice generale sta salendo.

In sostanza il primo Hindenburg Omen segnale è una forte warning per il mercato azionario, mentre col secondo segnale è probabile che il rally del mercato azionario si stia esaurendo e stia per invertirsi la tendenza al ribasso.

Quali sono stati gli Hindenburg Omen più efficaci nel passato?

Fonte: The Mindful Investor

Il back test dimostra che l’Hindenburg Omen era apparso prima di ogni crash del mercato azionario negli ultimi 30 anni: c’era stato prima del crollo del mercato azionario nel febbraio/marzo 2020, si era presentato a settembre 2018 ( in data 21 settembre 2018 si era registrato il dodicesimo HO in tredici sedute) prima del crollo del 20% dell’indice SP500 nell’ultimo trimestre 2018 e anche tre mesi prima dell’11 settembre 2001 e prima dei crolli del 2008 e del 1987.

Si era presentato anche prima del secondo giovedì nero nell’ottobre 1989 e prima delle crisi LTCM e asiatica del 1998. L’accuratezza del segnale prima di crash violenti compensa ampiamente i falsi segnali che pur ci sono, perché come abbiamo evidenziato è impossibile pretendere che sia giusto al 100%.

È un indicatore che deve essere utilizzato da un analista tecnico esperto, in grado di valutare tutti gli aspetti del mercato.

Più recentemente, la settimana scorsa e precisamente il 5 febbraio è apparso il primo Hindenburg Omen e se entro una finestra di 36 giorni apparirà almeno un secondo Hindenburg Omen, avremo la conferma di un importante segnale di ribasso di medio termine.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Approfondimento

La stagionalità del mercato azionario U.S.A. nel mese di febbraio

- Pubblicità -

Soddisfa le tue aspirazioni finanziarie

Il Consulente Finanziario Indipendente che ti aiuta ad ottimizzare la tua vita finanziaria

Flavio Ferrara - Consulente Finanziario Indipendente
Roberto Contini
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking

Seguici su

- Pubblicità -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -