- Pubblicità -

Bitcoin cavalca un rally sputafuoco, superando i 50.000 dollari

- Pubblicità -

Il Bitcoin è salito sopra i 50.000 dollari questa settimana per la prima volta in oltre due anni, segnalando un grande cambiamento nell’appetito dopo che una serie di scandali e disastri hanno portato molti investitori a evitare le criptovalute.

L’ultimo rialzo ha spinto i guadagni del Bitcoin per l’anno a oltre il 15%, alimentato da tre grandi fattori.

Il primo fattore

Il primo fattore sono gli ETF statunitensi recentemente approvati che investono direttamente in Bitcoin.

I fondi, che offrono alle persone un modo semplice per ottenere esposizione sulla più grande criptovaluta del mondo, hanno attirato più di 9 miliardi di dollari di afflussi netti dal loro lancio un mese fa.

Ciò ha più che compensato i circa 6 miliardi di dollari di deflussi dal fondo di Grayscale, un trust che si è convertito in un ETF ma ha mantenuto la sua pesante e impopolare commissione dell’1,5% (che è più di un punto percentuale in più rispetto a quella addebitata dalla maggior parte dei suoi rivali).

Il secondo fattore

Il secondo è il cosiddetto halving del Bitcoin, a soli due mesi di distanza.

L’evento, che si svolge ogni quattro anni, riduce della metà la ricompensa che i minatori ottengono per il funzionamento dei potenti computer che verificano le transazioni sulla blockchain.

Questo processo è progettato per controllare l’inflazione dell’offerta diminuendo la velocità con cui vengono creati nuovi bitcoin.

I precedenti dimezzamenti hanno portato a grandi rally del prezzo della criptovaluta; quindi, puoi capire perché i trader si sentono piuttosto eccitati.

Il terzo fattore

Il terzo è l’umore complessivamente migliore tra gli investitori.

Gli operatori del mercato prevedono sempre più che le Banche Centrali mondiali abbasseranno i tassi di interesse quest’anno, rendendo più allettanti gli asset più rischiosi come le azioni e le criptovalute.

Inoltre, lo scorso fine settimana in Cina è iniziato il Capodanno lunare, e storicamente è stato un buon periodo per il Bitcoin.

L’Anno del Drago ha già infiammato il prezzo del Bitcoin e gli investitori cinesi potrebbero essere motivati ​​a gravitare verso la criptovaluta più grande del mondo non solo per lo zodiaco.

Il Bitcoin potrebbe offrire loro un posto in cui cercare rendimenti, con il mercato immobiliare, il mercato valutario, i rendimenti obbligazionari e l’azionario che sembrano molto meno favorevoli in questi giorni

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Approfondimento

Il Bitcoin e le criptovalute possono essere la carta vincente del 2024?

- Pubblicità -

Soddisfa le tue aspirazioni finanziarie

Il Consulente Finanziario Indipendente che ti aiuta ad ottimizzare la tua vita finanziaria

Flavio Ferrara - Consulente Finanziario Indipendente
Flavio Ferrara
Flavio Ferrara
Consulente Finanziario Indipendente (delibera numero 2046 del 25/10/2022 con matricola n. 631131). Da sempre interessato alla finanza, ha dedicato gli studi nell'analisi tecno-grafica e nell'analisi fondamentale dei Mercati Finanziari. Laureato in Scienze Economiche, ha frequentato diversi corsi di specializzazione tra i quali un Master in Corporate Finance e un corso in Value Investing. Spinto dagli studi e dalla specializzazione in Finanza, ha deciso di iscriversi all’esame OCF, superato con successo, e diventare un Consulente Finanziario Indipendente. La sua esperienza non solo teorica è a disposizione per assistere le persone nel raggiungimento dei loro obiettivi finanziari. Sostiene il concetto di una sana pianificazione finanziaria, in cui gli investitori ottengono rendimenti attraverso il valore creato nell’economia reale.

Seguici su

- Pubblicità -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -