- Pubblicità -

Azioni Hugo Boss in caduta libera, malgrado l’incremento si utili e fatturato. Un monito per l’intero settore de lusso?

- Pubblicità -

L’azienda di moda tedesca Hugo Boss ha ceduto il 13% negli scambi di metà mattinata, dopo che i risultati del quarto trimestre hanno deluso le stime degli analisti.

La società ha registrato un utile prima degli interessi e delle tasse in crescita del 17% a 121 milioni di euro (131,7 milioni di dollari), inferiore a una previsione media di 129 milioni di euro.

Ha affermato che l’EBIT probabilmente aumenterà del 22% nei risultati finali dell’intero anno previsti per marzo.

I miglioramenti a due cifre dei profitti e dei profitti nell’importante ultimo trimestre sono ancora più notevoli se si considera l’attuale difficile contesto del mercato globale“, ha affermato il CEO Daniel Grieder in una nota. Gli sforzi di risanamento di Hugo Boss stanno dando i loro frutti.

La società ha dichiarato martedì di aver raggiunto il suo obiettivo di fatturato rivisto per il 2023, con vendite preliminari e non certificate per l’anno pari a 4,2 miliardi di euro, in crescita del 15% a tassi riportati e del 18% a valuta costante, nella fascia più alta del suo.

Cosa dicono gli indicatori fondamentali di bilancio?

A livello geografico, le Americhe sono state particolarmente forti, con ricavi in crescita del 18% in termini di valuta costante, sostenuti dagli Stati Uniti.

Le vendite sono aumentate del 7% in Europa, Medio Oriente e Africa, sostenute da Germania e Francia, e guadagni a due cifre nei mercati emergenti.

Nell’Asia del Pacifico, le vendite in valuta costante sono aumentate del 33%, guidate da forti miglioramenti in Cina, nel sud-est asiatico e nella regione del Pacifico, ha affermato la società.

Grazie al suo piano di risanamento, Hugo Boss prevede che, subordinatamente alle procedure di chiusura di fine anno, l’utile operativo per il 2023 aumenterà del 22% a 410 milioni di euro.

Hugo Boss (DAX:BOSS) ha aggiunto che la performance dell’intero anno della società è stata guidata dalla rigorosa esecuzione della sua strategia “Claim 5”.

In tal modo l’azienda ha guadagnato ulteriori quote di mercato e ha superato con due anni di anticipo rispetto al piano l’obiettivo di fatturato iniziale di 4 miliardi di euro fissato per il 2025.

Il gruppo prevede che l’utile operativo (EBIT) aumenterà del 22% raggiungendo un importo di 410 milioni per l’intero anno 2023.

Si prevede che il quarto trimestre contribuirà con un EBIT di 121 milioni di euro, in crescita del 17%.

Di conseguenza, si prevede che il margine EBIT per l’intero anno aumenterà al livello del 9,8%.

Entro il 2025, Hugo Boss mira a generare un fatturato di 5 miliardi di euro e un EBIT di almeno 600 milioni di euro, pari ad un margine EBIT di almeno il 12%.

La reazione del mercato è stata esagerata, ma gli investitori sono diventati negativi sul settore del lusso

Gli analisti di Jefferies hanno avvertito che gli utili di Boss del quarto trimestre prima degli interessi e delle tasse – in crescita del 17% a 121 milioni di euro su base preliminare – sono stati inferiori alle aspettative, ma hanno detto che “con le scorte ben controllate, limitando i rischi promozionali, sostanziali [costi di -beni venduti] favorevoli per i primi nove mesi e un sano LFL che aiuta a indebitare [le spese operative], continuiamo a credere che la situazione fino al 2024 sia solida.

Grafico settimanale Hugo Boss

Probabilmente l’ondata di vendite che ha fatto perdere il 9% alla fine della giornata di ieri alle azioni Hugo Boss, non dipende dai risultati, che sono ottimi, malgrado il piccolo profit warning, ma piuttosto dalle aspettative sostanzialmente deludenti per le performance del quarto trimestre previste per i prossimi giorni da parte degli operatori del lusso.

Burberry ha tagliato le sue aspettative sugli utili per l’anno fiscale 2024 alla fine della scorsa settimana sulla scia di scambi festivi e mercati più deboli del previsto.

La prossima azienda del settore del lusso a riportare i risultati sarà Compagnie Financière Richemont, più avanti questa settimana.

Gli analisti di HSBC hanno affermato in una nota di ricerca che la domanda di lusso è stata più debole del previsto durante le festività natalizie, con i clienti aspiranti scoraggiati dai prezzi più alti implementati dai marchi negli ultimi tre anni.

Vediamo pochi catalizzatori per il settore del lusso prima di aprile/maggio 2024“, hanno scritto gli analisti.

Ai prezzi correnti le azioni Hugo Boss quotano con un P/E forward di 14,4 e un Ebitda forward di 5,2, multipli abbastanza contenuti per il settore del lusso, soprattutto per un’azienda come Hugo Boss che sta raggiungendo prima del previsto tutti gli obiettivi del piano di ristrutturazione.

Tuttavia va valutato il rischio di un cambiamento di aspettative su tutto il settore del lusso che potrebbe portare ad una contrazione generalizzata dei P/E della aziende del settore.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Grafici forniti da TradingView. Visita il sito per accedere ad una serie di funzionalità avanzate, come il calendario economico.

Approfondimento

Azioni Bayer: che fare dopo il crollo per i problemi legali e la battuta d’arresto sul farmaco anticoagulante?

- Pubblicità -

Soddisfa le tue aspirazioni finanziarie

Il Consulente Finanziario Indipendente che ti aiuta ad ottimizzare la tua vita finanziaria

Flavio Ferrara - Consulente Finanziario Indipendente
Roberto Contini
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking

Seguici su

- Pubblicità -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -