- Pubblicità -

Previsioni 2024 S&P 500: Sfide e opportunità per gli investitori

- Pubblicità -

Siamo alla fine dell’anno e cominciano ad arrivare le previsioni degli strategist per il 2024 sull’indice S&P 500.

Il tono è improntato ad un consensus piuttosto ottimista, grazie alla discesa dei rendimenti sui Treasury Bond a lungo termine, che sono passati dal 5% al 4,40%, grazie ai progressi fatti sul fronte della discesa del tasso di inflazione.

Permangono comunque i rischi di recessione nel corso dei primi mesi del 2024, ma nessuno degli strategist prevede una earnings recession.

Le previsioni di RBC Capital Markets

Secondo RBC Capital Markets, l’obiettivo di prezzo dell’S&P 500 per il 2024 è 5.000 punti.

Nel report Strategy Spotlight di RBC Capital Markets, pubblicato il mercoledì scorso, gli strategist hanno sviluppato un approccio quantitativo attraverso cinque modelli per fissare un obiettivo di prezzo.

I modelli vanno da circa 4.500 a oltre 5.300. Questi sono i cinque modelli:

  1. Il test dell’intervallo del PIL – Le previsioni del PIL per il 2024 prevedono un rendimento annuo medio dell’S&P 500 (SPY) dello 0–2%. Il prezzo implicito del 2024 è 4.538. “Il nostro modello del PIL evidenzia l’idea che il contesto economico lento, atteso da molti nella comunità degli investitori, dovrebbe frenare l’apprezzamento del prezzo delle azioni”.
  2. Il test AAII (sentiment) – misurato tra la media a lungo termine dell’S&P 500 (SPY) e 1 deviazione standard al di sotto della media a lungo termine, come nel caso di metà novembre 2023. L’ipotesi è del 10,1%. Il prezzo implicito del 2024 è 4.997.
  3. Il Trailing P/E test (valutazione ed EPS): utilizzato insieme alle previsioni di EPS di 232 dollari di RBC Capital Markets per il 2024 e si basa sulle aspettative di tassi di interesse, inflazione e PIL a metà novembre. Il presupposto è 23,0. Il prezzo implicito del 2024 è 5.336.
  4. Il modello politico – Il rendimento medio annuo in un anno di elezioni presidenziali dal 1928 è del 7,5%. Il prezzo implicito del 2024 è 4.879.
  5. Il modello Cross Asset (o divario di rendimento degli utili) – Il rendimento medio a termine di 12 mesi dal 1089, quando questo indicatore è compreso tra 0 e 1%. L’ipotesi è del 12,8%. Il prezzo implicito del 2024 è 5.119. Questo modello esamina il divario di rendimento degli utili relativo ai titoli del Tesoro a 10 anni (US10Y) e i rendimenti che storicamente seguono su base assoluta,

Le previsioni di Bank Of America

Anche Bank of America ha fissato il proprio obiettivo S&P 500 per la fine del 2024 a 5000 punti utilizzando cinque diversi modelli.

L’obiettivo dei modelli varia da circa 4400 al massimo ribassista a circa 5350 al massimo rialzista.

L’obiettivo di previsione più ponderato è 5349 nel medio termine sotto il sentiment sul modello dell’indicatore lato vendita, seguito da un obiettivo 4948 nel medio termine in una categoria tecnica sul modello del momentum dei prezzi a 12 mesi.

Il modello più ribassista – il modello del valore equo di Bank of America – punta l’S&P 500 (SPY) a 4378 nel medio termine in una categoria fondamentale/valutazione.

Il modello del fair value presuppone che l’EPS normalizzato stimato per il 2025 sia pari a 230 dollari, sulla base di una regressione log-lineare di lungo periodo dal 1936 che incorpora tendenze cicliche e secolari, secondo il rapporto U.S. Equity Strategy for 2024 di Bank of America Securities, pubblicato martedì scorso. I

l modello utilizza anche tassi reali privi di rischio normalizzati del 2,25%, poiché gli analisti di BofA vedono un rischio al rialzo per i tassi reali, che attualmente è del 2%.

Inoltre, secondo il rapporto, l’Enterprise Resource Planning, o ERP, dell’indice S&P 500 (SPY) è stato correlato negativamente con i tassi reali.

L’ERP era in media di 540 punti base dopo la grande crisi finanziaria, ma un ERP inferiore di 300 punti base è giustificato, hanno scritto, a causa di tassi reali più elevati, maggiore qualità degli utili e attenzione all’efficienza.

Il modello Sell Side Indicator (o SSI) traccia l’allocazione media consigliata ai titoli azionari da parte degli strateghi sell side statunitensi in modo contrariamente: rialzista quando gli strateghi di Wall Street erano ribassisti e viceversa, afferma il rapporto.

“Storicamente, quando l’indicatore è stato qui o inferiore, i rendimenti a termine di 12 mesi dell’S&P 500 sono stati positivi il 95% delle volte (rispetto all’81% complessivo) e il rendimento medio a 12 mesi è stato del 21%”.

Secondo i dati Bank of America, il modello di valutazione a lungo termine implica rendimenti dei prezzi annualizzati superiori al 4% oltre alle previsioni di rendimento a 10 anni.

E con 22 volte gli utili normalizzati, l’S&P 500 (SPY) viene scambiato con un premio superiore di oltre il 40% rispetto alla media a lungo termine.

Il modello Earnings Surprise Directional Indicator mostra uno scenario “neutro” di sorpresa sugli utili, “basato su una serie di indicatori anticipatori che incorporano sorprese macroeconomiche, analisti Bank of America rispetto al consenso e guidance aziendale”.

Infine, il modello Price Momentum a 12 mesi si basa sull’idea che i rendimenti tornino a un livello “normale”.

Alcune considerazioni finali

Per il momento è presto perché molte case di investimento non hanno ancora pubblicato le loro previsioni per il 2024, ma occorre fare una considerazione sul possibile eccesso di ottimismo, ricordando che molto spesso il mercato va nella direzione dove può causare la maggiore sofferenza alla massa degli investitori.

Alla fine il valore dell’indice SP500 è un’attualizzazione degli utili futuri delle aziende che lo compongono; quindi, sono fondamentali la crescita degli utili e il tasso di attualizzazione.

Al momento, con i tassi attorno al 4,50% e un P/E forward di 22, il premio per il rischio rispetto al rendimento delle obbligazioni a lungo termine è ai minimi storici, parametro che rende chiaro quanto l’indice S&P 500 possa essere poco protetto da eventuali sorprese negative sugli earnings o sui tassi d’interesse.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Approfondimento

Come investire durante l’anno delle presidenziali USA

- Pubblicità -

Soddisfa le tue aspirazioni finanziarie

Il Consulente Finanziario Indipendente che ti aiuta ad ottimizzare la tua vita finanziaria

Flavio Ferrara - Consulente Finanziario Indipendente
Roberto Contini
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking

Seguici su

- Pubblicità -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -