- Pubblicità -

Semiconduttori: ARM e Broadcom spingono al ribasso il settore, azioni Intel in contro tendenza

- Pubblicità -

Il collocamento di ARM holdings non ha avuto il successo sperato, anzi ha portato ad un ridimensionamento dell’intero settore dei semiconduttori.

Le azioni dei principali produttori di semiconduttori sono scese, anche perché gli investitori sono preoccupati per le ultime decisioni sui tassi di interesse della Federal Reserve, avendo in precedenza ignorato tutti i segnali di allarme che arrivavano dai dati sull’inflazione.

Le azioni Arm Holdings, recentemente quotata in borsa, sono scese al di sotto del prezzo di offerta pubblica iniziale.

Ieri, 21 settembre, le azioni Arm sono scese di quasi il 4% a 50,84 dollari, leggermente al di sotto del prezzo di offerta di 51 dollari per azione.

La settimana scorsa, ARM è tornata ad essere quotata sui mercati azionari dopo essere stata acquisita dal conglomerato tecnologico giapponese SoftBank nel 2016.

Dopo un entusiasmo iniziale in cui le azioni ARM sono salite di oltre il 25% rispetto al prezzo di IPO, da allora sono costantemente diminuite.

Google potrebbe abbandonare i chip di Broadcom

Sempre nel settore dei semiconduttori, The Information ha riferito che Google potrebbe passare a abbandonare Broadcom (Nasdaq:AVGO), come principale fornitore di chip già nel 2027, nel tentativo di risparmiare sui costi informatici legati all’intelligenza artificiale, sostituendo i prodotti di Broadcom (AVGO) con un chip personalizzato di Marvell Technology che collega i server agli switch Ethernet all’interno dei data center.

Le azioni Marvell inizialmente sono aumentate dopo il rapporto di The Information, ma hanno perso velocemente slancio e sono scese di quasi l’1%.

Le azioni di Micron sono scese di circa l’1%, malgrado un rapporto di Wedbush Securities, che ha affermato che i fondamentali della società stanno iniziando a migliorare e ci possono essere sorprese dalla pubblicazione degli utili del quarto trimestre previsti per la prossima settimana.

Wedbush Securities ritiene che, sebbene ci siano certamente ancora aree di debolezza nel settore delle memorie (domanda ridotta su larga scala, ordini deboli dai mercati finali di telefoni e PC che si aggirano vicino ai minimi ciclici), si incominciano a intravvedere alcune inflessioni positive nel corso del trimestre di Micron che dovrebbero favorire i risultati, creando al contempo dinamiche più favorevoli nel FQ1’24.

La maggior parte degli altri titoli di semiconduttori sono rimasti in ribasso, tra cui Nvidia e AMD, che sono scesi rispettivamente dell’1,8% e del 3,1%.

Qualcomm, Texas Instruments e Analog Devices hanno registrato cali più modesti.

Azioni Intel in controtendenza

Al contrario, Intel (Nasdaq:INTC), leader del settore, ha invertito la tendenza e ha guadagnato l’1,2%, perché come avevamo segnalato nel nostro ultimo articolo del 6 settembre scorso https://www.word2invest.com/2023/09/azioni-intel-una-scommessa-ragionata-sul-successo-della-ristrutturazione-in-corso/, la valutazione relativa di Intel ha raggiunto livelli talmente bassi che comincia ad attrarre l’interesse degli investitori.

Nell’ultimo trimestre Intel ha realizzato ricavi per 12,9 miliardi di dollari, 760 milioni di dollari in più rispetto alla stima di consenso e un utile netto di 1,5 miliardi di dollari rispetto alla perdita di 454 milioni di dollari dello stesso trimestre di un anno fa.

Il margine lordo rettificato di Intel è stato quasi del 40%, migliorando la precedente previsione della società del 37,5%.

In forte miglioramento il segmento client computing dell’azienda, con ricavi per $ 6,78 miliardi mentre anche la sua nascente divisione “foundry”, cioè di fabbrica di produzione, ha superato le aspettative con i suoi ricavi sono aumentati del 307% a $ 232 mln.

Il management ha alzato le proprie guidance sui ricavi, con un EPS previsto non GAAP per il terzo trimestre di 0,20 dollari, migliore della cifra di consenso di 0,17 dollari.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Grafici forniti da TradingView. Visita il sito per accedere ad una serie di funzionalità avanzate, come lo screener azionario.

Approfondimento

Ribasso azioni Netflix: il fatturato non cresce e la concorrenza aumenta

- Pubblicità -

Soddisfa le tue aspirazioni finanziarie

Il Consulente Finanziario Indipendente che ti aiuta ad ottimizzare la tua vita finanziaria

Flavio Ferrara - Consulente Finanziario Indipendente
Roberto Contini
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking

Seguici su

- Pubblicità -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -