- Pubblicità -

Le quotazioni delle azioni Apple sono ancora sostenibili?

- Pubblicità -

Le azioni Apple sono ai massimi storici, con una crescita superiore al 30% dall’inizio del 2023, malgrado il di Apple sia diminuito in entrambi gli ultimi due trimestri più.

Nell’analizzare il periodo di tre mesi conclusosi a giugno (Q3 fiscale), gli investitori cercheranno di capire se eventuali tendenze o commenti dal management anticipino a un possibile ritorno alla crescita superiore entro la fine dell’anno.

La previsione di consenso prevede un fatturato fiscale del terzo trimestre di 81,8 miliardi di dollari, o un calo dell’1,4% su base annua.

Il rallentamento economico ha danneggiato innumerevoli aziende tecnologiche perché gli aumenti dell’inflazione hanno causato riduzioni della spesa dei consumatori.

Da un’analisi della società di ricerca Counterpoint si rileva che le spedizioni di smartphone negli U.S.A. sono diminuite del 17% su base annua, con una quota di mercato degli smartphone Samsung ferma al 27% per il trimestre, mentre Motorola è scesa dal 10% all’8% e la quota di mercato di iPhone è passata dal 49% al 53% nel primo trimestre del 2023.

Mentre le vendite di hardware sono in ribasso o stagnanti, il tasso di crescita più alto di Apple (Nasdaq:AAPL) è nel settore dei servizi, che ora rappresenta ormai il 20% dei ricavi complessivi.

Gli utenti dell’iPhone acquistano app di terze parti e abbonamenti alle app e servizi nativi come AppleCare, Apple Pay, Apple Music, Apple Fitness e Apple TV+, questo consente ad Apple di fare leva sulla sua base crescente di dispositivi attivi, per creare ricavi aggiuntivi rispetto alla vendita dell’hardware.

Cosa dicono gli indicatori fondamentali di bilancio?

Le quotazioni delle azioni Apple continuano ad essere fortemente condizionate dalle vendite di IPhone, che sono cresciute rispetto al trimestre di un anno fa, anche se il settore degli smartphone nel suo complesso si è contratto di quasi il 15%.

Fonte: Apple Investor Relations

Apple ha registrato un fatturato trimestrale di 94,8 miliardi di dollari, in calo del 3% su base annua, le vendite complessive di Apple sono diminuite per il secondo trimestre consecutivo e un utile trimestrale per azione diluita di 1,52 dollari, invariato anno su anno.

Apple ha generato un forte flusso di cassa operativo di $ 28,6 miliardi, restituendo oltre $ 23 miliardi agli azionisti durante il trimestre.

Il momento clou del rapporto di Apple sono state I ricavi dell’iPhone sono aumentati del 2% durante il trimestre conclusosi il 1° aprile, suggerendo che la carenza di parti e i problemi della catena di fornitura è ormai terminata.

Le vendite di Pc Mac di Apple sono scese invece di oltre il 31% a poco più di $ 7,17 miliardi. I ricavi degli iPad sono diminuiti di quasi il 13% a 6,67 miliardi di dollari.

Nell’attività dei servizi di Apple include abbonamenti mensili, entrate dall’App Store di Apple, garanzie e entrate dalle licenze di ricerca da aziende come Google, Apple ha registrato ricavi pari a 20,9 miliardi di dollari, un aumento del 5,5% su base annua, indicando che la linea di business a più alto margine dell’azienda continua a crescere

Può essere conveniente acquistare azioni Apple in questo momento?

Alle attuali quotazioni, le azioni Apple registrano un P/E di 32,7 sugli utili attesi per il 2023 e di 29,8 su quelli del 2024.

Il free cash flow yield passa dal 3,4% del 2023 al 3,60% del 2024. Il target price medio degli analisti è in linea con l’attuale prezzo di mercato.

Grafico settimanale Apple

In termini di P.E.G siamo su livelli molto alti, perché il P/E è quasi 3 volte la crescita, che sta ancora rallentando.

In compenso è una vera e propria cash flow machine. Complessivamente le valutazioni sono troppo elevate in termini di rischio/rendimento, perché comprando azioni Apple a quasi 33 volte l’utile c’è assolutamente un premio per il rischio rispetto al rendimento di un Treasury Bond a lungo termine, anzi il free cash flow yield è inferiore al rendimento del Treasury Bond a 10 anni.

Oltretutto il P/E è sostenuto da una crescita tale renderlo accettabile perché il Price Earning on Growth è attorno a 3 volte, cioè il P/E è il triplo del tasso di crescita degli utili atteso per i prossimi 5 anni.

Per questi motivi, alle quotazioni attuali di Apple, non riteniamo interessante acquistare azioni Apple.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Grafici forniti da TradingView. Visita il sito per accedere ad una serie di funzionalità avanzate, come lo screener azionario.

Approfondimento

Quotazione Amazon: attenzione al free cash flow

- Pubblicità -

Soddisfa le tue aspirazioni finanziarie

Il Consulente Finanziario Indipendente che ti aiuta ad ottimizzare la tua vita finanziaria

Flavio Ferrara - Consulente Finanziario Indipendente
Roberto Contini
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking

Seguici su

- Pubblicità -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -