- Pubblicità -

Mercati Azionari: Divergenza tra Sp500 e T Bond, chi dei due anticiperà il nuovo trend?

- Pubblicità -

La settimana scorsa avevamo evidenziato che il punto saliente di questa settimana è il contrasto tra le divergenze negative di alcuni indicatori tecnici di breve periodo, che non confermano il nuovo massimo segnato dall’indice SP500, fatto senza momentum, e il forte eccesso di ottimismo degli indicatori di sentiment, che sono in una zona di warning. Il movimento al rialzo di questa settimana ha raggiunto un potenziale target toccando il livello di 4195 e non sarebbe dovuto ritornare sotto il pivot point a 4105.

Ulteriore importante divergenza arriva anche dall’andamento del mercato obbligazionario che si è indebolito ulteriormente.

A metà settimana è stato rotto al ribasso il pivot point a 4105, ma l’indice Sp500 si è appoggiato alla vecchia linea di tendenza discendente e venerdì ha generato un piccolo “hammer” rialzista.

Per concretizzare una correzione più corposa l’indice SP500 deve rompere anche il supporto a 3980-4010.

Rimaniamo moderatamente positivi a medio termine con una visione che l’obiettivo del movimento di ripresa partito ad ottobre 2022 sia attorno a 4300-4400, sono solo i tempi ad essere incerti.

Analisi del trend di lungo termine: Dopo che il trend al ribasso in atto da gennaio 2022 si è esaurito col minimo di 3490, che era posizionato in un’area pivot di lungo termine compresa tra 3350-3550, da metà ottobre è iniziato nuovo movimento che si configura come un “leading diagonal” con obiettivo al rialzo tra 4300-4500, che è un’area pivot di livello superiore.

Un importante target intermedio è già stato raggiunto a 4195. Per mantenere questa configurazione “leading diagonal”, è necessario che nella prossima correzione venga rispettata l’area pivot tra 3780-3810.

Mercati Azionari: in che stadio del trend ci troviamo?

Analisi del trend di medio termine: confermiamo ancora una volta l’analisi del trend di medio termine: struttura A-B-C: onda A da 4818 a 3665, da quel livello è scaturito il classico Bear Market Rally, l’onda B, che ha fatto registrare un +17% fino a 4320.

È ormai chiaro che il minimo di 3490 del 13 ottobre è il bottom dell’onda C partita dal massimo di agosto di 4320 dell’indice SP500.

Per i prossimi mesi è probabile una ripresa del trend di lungo termine sotto forma di un movimento diagonale finale dell’indice SP500 nel corso del 2023, che è anche il terzo anno del ciclo Presidenziale USA, quindi tradizionalmente molto positivo.

Per concretizzare questo scenario è fondamentale il superamento dell’area pivot 4130-4195, che rappresenta un target intermedio dato da una proiezione di 1,23 dell’onda 1 e 2 del “leading diagonal”.

Analisi del trend di brevissimo termine: come abbiamo segnalato la settimana scorsa, Sp500 è nel mezzo di un’area di ‘overhanging supply’ tra 4130-4195, perché sono livelli dove molti investitori possono vendere sia per mettere in sicurezza i profitti, sia per il timore di nuove perdite.

Nel brevissimo termine l’eccesso di ottimismo dell’indicatore di sentiment e la divergenza tra SP500 e T Bond sono elementi che inducono cautela.

La rottura del pivot point di 4105 è stato un primo warning, ma per una correzione più corposa bisogna rompere il supporto a 3980-4010.

L’indice Nasdaq 100 rimane in questa fase il leading indicator. L’ Overbought di breve periodo è rientrato con una veloce correzione, ma a 13000 c’è una zona di overhanging supply che potrebbe ridare forza al pullback , determinando una discesa fino a 11900-12000.

Mercati Azionari: il Sentiment in forte eccesso di ottimismo, attenzione alla zona di warning

L’indicatore CNN Fear & Greed ha chiuso la settimana sul livello di 72, in ribasso rispetto la settimana precedente in cui era 76.

Rimaniamo quindi in una fase di eccesso di ottimismo, che espone il mercato azionario ad un rischio di disappointment in caso di notizie negative improvvise.

L’eccesso di ottimismo sull’indicatore di sentiment e la divergenza rispetto all’andamento dei tassi sul T Bond costituiscono insieme un vero e proprio warning che dovrebbe indurre a cautela.

Indicatore CNN Fear & Greed
Indicatore CNN Fear & Greed

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Approfondimento

Mercati Azionari: attenzione, indicatori di sentiment in forte eccesso di ottimismo

- Pubblicità -

Soddisfa le tue aspirazioni finanziarie

Il Consulente Finanziario Indipendente che ti aiuta ad ottimizzare la tua vita finanziaria

Flavio Ferrara - Consulente Finanziario Indipendente
Roberto Contini
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking

Seguici su

- Pubblicità -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -