- Pubblicità -

Azioni Honda: innovazione tecnologica in primo piano

- Pubblicità -

Le azioni Honda non riflettono i potenziali benefici della forte innovazione tecnologica dei suoi modelli automobilistici.

Honda Motor (TSE:7267) è una delle principali case automobilistiche del mondo. I ricavi provengono da vendite di automobili per il 70,2% del fatturato, Honda vende oltre 5 mln di auto all’anno.

Ci sono poi le vendite di motociclette, che pesano per il 12,1% del fatturato, un settore in cui Honda è il n.1 nel mondo e vende circa 20 milioni motociclette all’anno.

Seguono i servizi finanziari che rappresentano il 15% del fatturato.

Una parte più piccola dei ricavi proviene da vendite di attrezzature (tosaerba, rototiller, spazzaneve, pompe per l’acqua, generatori elettrici) che rappresentano il 2,4% del fatturato.

A livello geografico il Giappone rappresenta il 15,9%, l’Asia il 20,2% e il Nord America il 54,5%.

Più limitata la quota di fatturato in Europa, che arriva a malapena al 5% del totale. Honda punta parecchio sull’innovazione tecnologica delle sue auto Hybrid.

ll sistema i-MMD (propulsione intelligente multi-modalità) determina il modo più efficiente di utilizzare il carburante e l’energia elettrica, evitando così al conducente di dover regolare le singole modalità di guida: propulsione elettrica, propulsione ibrida e propulsione a motore. (Fonte: honda.it)

Cosa dicono gli indicatori fondamentali di bilancio?

Fonte: Honda Investor Relations
Fonte: Honda Investor Relations

Le azioni Honda non riflettono i dati postivi provenienti dal conto economico di bilancio.

Nonostante alcuni fattori sfavorevoli come una diminuzione della produzione di automobili e delle vendite di unità a causa dell’impatto della carenza di fornitura di semiconduttori e un aumento del costo delle materie prime, l’utile operativo consolidato di Honda per il primo semestre fiscale (6 mesi) chiuso al 30 settembre 2022, è stato pari a 453,4 miliardi di yen (un aumento anno su anno di 11,2 miliardi di yen).

Nonostante l’impatto di un calo delle vendite di unità automobilistiche e la prevista continuazione della pressione al rialzo sui costi, la guidance per l’utile operativo consolidato per l’anno fiscale in corso che termina il 31 marzo 2023 (FY23) è stata rivista al rialzo di 40 miliardi di yen a 870 miliardi di yen, in base a un aumento delle vendite di motociclette in alcuni paesi come India e Vietnam e recenti effetti valutari.

La previsione precedentemente annunciata per l’utile per l’anno fiscale di competenza della casa madre è stata rivista al rialzo di 15 miliardi di yen a 725 miliardi di yen.

Può essere interessante acquistare azioni Honda in questo momento?

Ai prezzi correnti di mercato le azioni Honda quotano con un P/E di 6,77 sui risultati attesi per il 2024 (l’anno fiscale si chiude a marzo) e di 6,23 su quelli del 2025.

Il target price medio degli analisti è di 3860 Yen con un margine di apprezzamento teorico di circa il 20%.

La valutazione di mercato è molto bassa e non riflette i forti cambiamenti tecnologici apportati ai modelli automobilistici, che dovrebbero aiutare ad incrementare le vendite nei prossimi anni.

Per questi motivi riteniamo interessante acquistare azioni Honda in questo momento.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Approfondimento

Azioni Sanofi: crescita di utili e dividendo

- Pubblicità -

Soddisfa le tue aspirazioni finanziarie

Il Consulente Finanziario Indipendente che ti aiuta ad ottimizzare la tua vita finanziaria

Flavio Ferrara - Consulente Finanziario Indipendente
Roberto Contini
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking

Seguici su

- Pubblicità -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -