- Pubblicità -

Quali possono essere le azioni da comprare per 2023?

- Pubblicità -

Per individuare le azioni da comprare per il 2023 bisogna prima fare un’analisi di scenario. Il quadro macroeconomico di riferimento è piuttosto incerto, perché a seconda di quale scenario prevarrà, soft landing o hard landing, le ripercussioni sui mercati azionari saranno decisamente diverse.

Per il momento le previsioni degli analisti sposano uno scenario di soft landing, in cui gli utili nominali dell’indice SP500 continuano a crescere per effetto dell’inflazione.

Come abbiamo evidenziato nel nostro articolo del 2 dicembre scorso “se guardiamo le previsioni degli analisti degli utili forward dell’S&P 500, possiamo notare che sono saliti a un livello record durante la settimana del 23 giugno e da allora sono rimasti relativamente stabili al di sotto di quel picco. Malgrado le ripetute revisioni al ribasso l’utile forward dell’indice Sp500 è sul livello di $ 235,58 e quello per fine 2023 su livello di $ 238, mentre la stima degli analisti per il 2024 è attualmente sul livello di $258,00” (https://www.word2invest.com/2022/12/analisi-di-scenario-e-prospettive-delleconomia-i-trim-2023/).

Il concretizzarsi invece di uno scenario recessivo sarebbe decisamente negativo per i mercati azionari, perché le valutazioni sono ancora piuttosto alte e scontano una crescita degli utili, non una contrazione.

Quali possono essere quindi le azioni da comprare per il 2023?

La scelta delle azioni da comprare per il 2023 deve andare secondo noi verso aziende che possano mostrare crescita degli utili e che al tempo stesso abbiano una valutazione borsistica contenuta.

Ecco un primo elenco:

  • Intel: si trova nel bel mezzo della ristrutturazione voluta dal nuovo CEO e ha valutazioni molto basse, che non scontano affatto un recupero di leadership tecnologica rispetto ai concorrenti Nvidia, AMD e ARM.
  • ASML Holding: leader assoluta nel settore delle attrezzature per la fabbricazione di semiconduttori, le valutazioni non sono basse, ma il P.E.G. è attorno a 1-1,2.
  • Solvay: un’azienda chimica diversificata nel settore dei nuovi materiali, con valutazioni molto basse. Il management ha alzato le guidance per 2 volte negli ultimi mesi.
  • IBM: dopo la ristrutturazione e lo spinoff di Kydrill, IBM sta mostrando numeri eccellenti e le valutazioni sono ancora molto basse. Il modello di servizi hybrid cloud sta crescendo molto rapidamente.
  • NEXI: malgrado le discussioni a livello politico sull’utilizzo del contante, l’incremento delle transazioni elettroniche è un megatrend che continuerà nei prossimi anni e l’Italia è molto più indietro degli altri Paesi. Le valutazioni sono rientrate a livelli accettabili.
  • Constellation Brands: azienda diversificata nel settore delle bevande alcoliche, con marchi di grande qualità e valutazioni ancora accettabili.
  • Ericsson e Nokia: aziende leader nel settore dell’infrastruttura delle reti dati, in cui il passaggio verso la tecnologia 5G è appena agli inizi. Le valutazioni sono molto basse e il dividend yield è interessante.
  • Danone: si trova nel bel mezzo di una ristrutturazione, con un nuovo management e ha valutazioni molto basse, che non scontano affatto un recupero di redditività operativa, con margini in miglioramento.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Approfondimento

Azioni da dividendo: eccessivo pessimismo sul futuro di ASML Holding

- Pubblicità -
Roberto Contini
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking

Articoli correlati

- Affiliazione -
- Pubblicità -
- Affiliazione -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -