- Pubblicità -

Il prezzo delle azioni Gamestop è sceso abbastanza?

- Pubblicità -

Il prezzo delle azioni GameStop si è stabilizzato negli ultimi due mesi. Sono passati praticamente due anni da quando Il fervore speculativo aveva spinto le azioni GameStop ai livelli stratosferici di $ 120 nel gennaio 2021 e il prezzo agli attuali $ 28 si ridotto ad un quinto.

Ricordiamo che il prezzo delle azioni era schizzato alle stelle proprio per una clamorosa disfatta degli short sellers.

Non tutti gli short ci hanno rimesso le penne, qualcuno ha fatto grandi profitti mettendosi shot sul picco delle meme stock.

Sembra infatti che il leggendario Carl Icahn detenga ancora una posizione shot molto importante su GameStop.

Secondo Bloomberg, Icahn ha iniziato a vendere allo scoperto GameStop (NYSE:GME) nel gennaio 2021, nel momento in cui il titolo è salito di oltre il 3.000% durante la frenesia dei meme.

L’azienda stessa era andata short sui picchi del prezzo delle azioni GameStop del 2021, perché aveva approfittato dei livelli altissimi raggiunti dal prezzo delle sue azioni per completare due aumenti di capitale con offerta di azioni al pubblico per rafforzare il suo bilancio.

Questa decisione del management è stata molto intelligente e ha consentito all’azienda di avere cash in abbondanza per poter mettere pratica una strategia di ristrutturazione al livello operativo.

Cosa dicono gli indicatori fondamentali di bilancio?

Fonte: Gamestop Investor Relations
Fonte: Gamestop Investor Relations

Negli ultimi 18 mesi Gamestop è stata in grado di arrestare il trend discendente dei ricavi, ma non è riuscita a passare Ebitda positive e ha bruciato più metà del cash raccolto con gli aumenti di capitale.

I ricavi del secondo trimestre di GameStop sono stati poco brillanti.

Le vendite nette sono diminuite del 4% su base annua a 1,14 miliardi di dollari a causa del calo delle vendite di software e hardware.

Questo causato un forte aumento delle perdite operative da $ 58 milioni a $ 107,8 milioni nel periodo.

Malgrado tutto, comunque, con 908,9 milioni di dollari cash e solo 32,1 milioni di dollari di debito a lungo termine, la società ha un bilancio sano. Il cash a disposizione di Gamestop alla fine del primo trimestre era di $ 1,035 miliardi; quindi, con la perdita operativa ha bruciato $ 127 mln di cassa.

È necessario un cambio di rotta dei risultati operativi nei prossimi trimestri, altrimenti il cash si prosciugherà inesorabilmente nei prossimi 24 mesi

Può essere interessante comprare azioni Gamestop in questo momento? Lo split può mettere nuovamente in difficoltà gli Hedge Fund che sono short?

A prezzi attuali Gamestop ha una capitalizzazione di mercato attuale di 7,4 miliardi di dollari.

Considerando poco meno di $ 1 miliardo di cash ancora presente in bilancio, ai prezzi correnti le azioni GameStop quotano con un rapporto prezzo/vendita (P/S) di 1,3.

Su base puramente statistica le azioni di GameStop non sembrano particolarmente sopravvalutate rispetto alla media di 2,3 dell’S&P 500.

Bisogna andare però al di là dei numeri perché non raccontano tutta la storia.

GameStop opera in quello che sembra essere un settore in via di estinzione, con trend discendente dei ricavi nel lungo termine, che se non riesce a andare Ebitda positive rischia di bruciare tutto il cash che aveva ottenuto attraverso gli aumenti di capitale del 2021.

La valutazione di GameStop continua quindi ad essere troppo alta e non è molto sensato acquistare azioni GameStop in questo momento.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Approfondimento

Azioni Kroger: crescita del fatturato e dei dividendi e buyback

- Pubblicità -
Roberto Contini
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking

Articoli correlati

- Affiliazione -
- Pubblicità -
- Affiliazione -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -