- Pubblicità -

Azioni Del Settore Semiconduttori In Difficoltà. Possibili Sviluppi

- Pubblicità -

Le azioni delle maggiori società impegnate nel settore dei semiconduttori stanno subendo l’ira dei mercati con un ribasso che dura da molto tempo a causa della crisi della produzione delle componenti per i semiconduttori. Da inizio 2022 Intel Corporation ha perso circa il 35% di capitalizzazione, Samsung ha registrato un -22% e Micron Technology ha una performance negativa del 35%.

Sembra che per le azioni societarie nel settore semiconduttori potrebbero avere un forte miglioramento. I principali motivi sono l’accordo tra Intel e Brookfiled per un investimento di 30 miliardi di dollari per la costruzione di un impianto produzione chip in Arizona; il Chips Act emanato da Biden che prevede una spesa da 52 miliardi di dollari per sostenere il settore semiconduttori. Infine, non meno importante, c’è il memorandum d’intesa tra STM e GlobalFoundries per la costruzione di un impianto a gestione congiunta in Francia per la produzione di semiconduttori.

Tra le azioni collegate al settore dei semiconduttori, spicca in Italia Technoprobe, società quotata sul mercato italiano dal febbraio di quest’anno impegnata nella produzione e commercializzazione di circuiti elettronici per vari utilizzi. La società nasce nel 1993 ed ha sede a Cernusco Lombardone, Lecco.

Fondamentali Di Crescita Positivi Per Technoprobe

Nonostante la crisi delle azioni del settore semiconduttori, le prospettive di crescita di Technoprobe non sono da sottovalutare. Gli analisti stimano una crescita annuale degli utili del 19,7%, leggermente superiore alla media industriale del 18,4%. Sul versante dei ricavi la crescita prevista è del 16,3% contro il 12,7% industriale. Non solo, la società risulta forte dal punto di vista finanziario. ha un rapporto debiti/capitale quasi inesistente (1%) e una mole di flussi di cassa operativi da coprire il debito e i suoi costi. Tra le partecipazioni di spicco nella compagine societaria compaiono BlackRock, AXA Investment Managers S.A. e The Vanguard Group, Inc.

Technoprobe Pronta Al Rialzo? Supporto A 7,19 Può Spingere Il Prezzo?

Technoprobe ha seguito, anche se in misura minore, il movimento ribassista delle maggiori azioni societarie impegnate nel settore dei semiconduttori. Il rally iniziato a luglio, culminato al massimo storico di € 8,41, ha lasciato spazio ad un movimento correttivo, toccando un minimo di € 7,13. L’attuale candela settimanale ha una forma particolare, lunga ombra inferiore e corpo molto vicino al massimo settimanale. Questa forma indica che la forza dei venditori sta diminuendo lasciando spazio ai compratori. Non mi sorprenderebbe vedere la settimana prossima una candela settimanale al rialzo. Però per vedere un rialzo di medio/lungo termine, si può ipotizzare come condizioni una rottura settimanale di € 7,83 e vedere se i compratori spingono la quotazione anche oltre € 8,09.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Word2Invest su FacebookInstagramYouTube Twitch. Non esitate a condividere le vostre esperienze e/o opinioni commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dalla campanella o iscriviti al canale Telegram di Word2Invest.

Approfondimento

Cosa Comporteranno Per Snam Rete Gas I Risultati H1 2022?

- Pubblicità -
Angelo Papale
Angelo Papale
Analista finanziario per Word2invest con una rubrica su titoli quotati sulla borsa italiana, maggiormente aziende del comparto energetico, Dottore in Economia, Finanza e Mercati con Master in Corporate Finance.

Articoli correlati

- Affiliazione -
- Pubblicità -
- Affiliazione -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -