- Pubblicità -

ETF Canada, è interessante puntarci?

- Pubblicità -

La crescita delle materie prime ha sicuramente riportato interesse per un ETF sul Canada. L’economia canadese si è ripresa in modo sostenuto dalla crisi causata dall’epidemia  del COVID-19.

La domanda interna è in ripresa a seguito dell’allentamento delle misure di contenimento dei contagi e le esportazioni si sono rafforzate, grazie alla forte domanda di materie prime.

ETF Canada, un buon paese con una buona crescita

Il Canada beneficia anche dei limitati legami commerciali con le economie maggiormente colpite dall’esplosione delle tensioni geopolitiche nell’Est Europa e le entrate derivanti dai prezzi elevati delle risorse  per il momento proteggono il Canada da impatti economici negativi.

In base alle previsioni dei principali centri studi economici, il PIL reale crescerà del 3,8% nel 2022 e del 2,6% nel 2023.

La disoccupazione rimarrà bassa, grazie al fatto che la produzione industriale continuerà ad aumentare. Come nei vicini U.S.A. l’inflazione è il principale problema, perché la crescita dei prezzi al consumo ha avuto un’accelerazione a partire dalla seconda metà del 2021, superando per la prima volta in oltre tre decenni la soglia del cinque percento nel gennaio 2022.

Durante questo periodo, i prezzi più elevati di benzina, abitazioni, beni di consumo durevoli e cibo hanno tutti esercitato pressioni al rialzo sull’inflazione complessiva.

I fattori di crescita dell’inflazione sono dovuti sia alle interruzioni nella catena del supply chain industriale, sia alla forte domanda finale dei consumatori.

D’altra parte però i profitti delle più grandi aziende continuano a crescere, essendo comunque un Paese ricco di idrocarburi e materie prime per i processi industriali,

Può essere interessante in questo momento investire in un ETF sul Canada?

Per investire in Canada è possibile acquistare l’ETF ISHARES MSCI CANADA, quotato alla Borsa Italiana, ISINIE00B52SF786, codice alfanumerico CSCA.

Da sempre agli occhi degli investitori il Canada e il suo stock market sono stati considerati una proxy del mercato delle Commodities, dal momento che i principali titoli quotati sono aziende petrolifere e minerarie.

Al momento attuale bisogna sicuramente tenere conto che i prezzi del petrolioe delle principali materie primesono ai massimi degli ultimi 20 anni.

La carenza di grano ( vedi il nostro recente articolo di fine maggio https://www.word2invest.com/2022/05/crisi-alimentare-allorizzonte-etf-sul-grano/)  favorisce i grandi produttori canadesi, malgrado molti paesi siano preoccupati dall’utilizzo intensivo dei glifosato che viene fatto nella coltivazione del grano in Canada.

Un possibile rallentamento dell’economia mondiale tra fine 2022/inizio 2023 potrebbe ridimensionare i prezzi delle commodities e danneggiare i grandi produttori canadesi, con conseguenze evidenti sulle azioni che fanno parte dell’ETF sul Canada.

Per questi motivi, in questo momento, non riteniamo interessante investire in un ETF sul Canada.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Approfondimento

ETF Arabia Saudita: interessante situazione di mercato?

- Pubblicità -
Roberto Contini
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking

Articoli correlati

- Affiliazione -
- Pubblicità -
- Affiliazione -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -