- Pubblicità -

Settore semiconduttori – ETF Taiwan

- Pubblicità -

Parlare di semiconduttori porta inevitabilmente a parlare di Taiwan. Taiwan è un’isola, distante circa 100 miglia dalla costa del sud-est della Cina, da cui si è separata nel 1949.

Taiwan è un paese indipendente, con la propria costituzione e leader eletti democraticamente, ma l’assurdo è che il suo status di Paese indipendente è riconosciuto solo da 13 Paesi e dal Vaticano.

Il presidente di Cina Xi Jinping ha affermato che la “riunificazione” con Taiwan “deve essere raggiunta, non escludendo neanche il possibile uso della forza.

Per gli USA Taiwan è strategica sia dal punto di vista geopolitico, perché fa parte di un gruppo di Paesi di barriera rispetto alla Cina, sia dal punto di vista economico per le interconnessioni nell’industria dei semiconduttori.

Per questi motivi gli USA non potranno mai acconsentire alla riunificazione con la Cina perché questo darebbe a Pechino un controllo di fatto su una delle industrie più importanti del mondo.

Puntare sull’ETF Taiwan grazie alla sua economia?

L’economia di Taiwan è estremamente importante perché larga parte delle  apparecchiature elettroniche che usiamo tutti i giorni, come smartphone, Tablets, Pc hanno al loro interno semiconduttori realizzati a Taiwan.

Taiwan Semiconductor Manufacturing Company ( meglio conosciuta con l’acronimo TSMC)  è il leader mondiale nella produzione di semiconduttori con una quota di mercato del 53%, ma è il dominatore del mercato tra i produttori di chip avanzati con una quota superiore al 90% nei chip avanzati ( vedi il nostro articolo del 13/01/2022 https://www.word2invest.com/2022/01/quali-sono-le-prospettive-di-medio-termine-per-le-azioni-taiwan-semiconductors/).

Nel settore dei semiconduttori le barriere all’ingresso nella fabbricazione sono decisamente elevate, perché ci vorrebbero decine di miliardi di attrezzature per realizzare una nuova fabbrica e i costi di cambio ricadrebbero anche sulle aziende come Apple che effettuano in proprio il design di progettazione, ma sono costrette a  collaborare con le foundries durante la progettazione dei loro chip.

L’ETF su Taiwan replica di fatto l’industria dei semiconduttori

I semiconduttori fanno ormai pienamente parte della vita di tutti i giorni, perché entrano in quasi tutti i dispositivi tecnologici che utilizziamo.

In futuro, col trasferimento della gran parte delle applicazioni sul cloud, con Internet of Things e con il sempre crescente ‘utilizzo dei dati, avremo bisogno di semiconduttori sempre più potenti.

Investire in un ETF su Taiwan, come ISHARES MSCI TAIWAN UCITS ETF USD DIST (IE00B0M63623) significa di fatto investire nell’industria dei semiconduttori, perché anche se i settori dei titoli componenti dell’ETF sono vari e diversificati, la capitalizzazione di Taiwan Semiconductors è circa 5 volte quella del secondo titolo dell’ETF per ponderazione:

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Approfondimento

L’Idrogeno sostituirà il gas russo? Come scommettere su un ETF sull’Idrogeno

- Pubblicità -
Roberto Contini
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking

Articoli correlati

- Affiliazione -
- Pubblicità -
- Affiliazione -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -