- Pubblicità -

Perché le azioni Apple sono calate così tanto mercoledì?

- Pubblicità -

Le azioni Apple, che all’inizio di quest’anno ha in gran parte mantenuto il proprio valore mentre il settore tech è sceso di prezzo, alla fine non è riuscito a sfuggire alla tendenza short attuale nella giornata di mercoledì.

Le azioni della società hanno perso oltre il 5% a causa di alcune notizie ribassiste.

La prima riguarda un prodotto concorrente, ovvero uno smartwatch di Google di Alphabet (Google). A seguito di voci secondo cui Google avrebbe presentato un prodotto del genere, la società lo ha confermato oggi alla sua conferenza annuale degli sviluppatori.

Sebbene i funzionari non abbiano fatto dichiarazioni dettagliate sul Pixel Watch, hanno comunque rivelato che sarà rilasciato entro la fine dell’anno.

Sarà intaccato il dominio di Apple?

Si ricorda che la Apple è di gran lunga il più grande produttore di smartwatch al mondo, detenendo oltre il 30% della quota di mercato globale. Il secondo classificato è in molto dietro: Samsung, con poco più del 10%.

Quindi vi sono buone possibilità che Google possa prendere una buona fetta di mercato e questo potrebbe intaccare nel breve termine l’andamento delle azioni Apple.

Altra notizia che potrebbe essere considerata leggermente negativa è l’annuncio di Apple che interromperà la produzione dell’iPod. Il primo vero prodotto rivoluzionario quando è stato rilasciato come lettore di musica digitale nel 2001, sostituito nel tempo dallo smartphone.

L’iPod molto tempo fa ha cessato di essere un prodotto importante per Apple; la maggior parte degli utenti oramai utilizza lo smartphone per l’ascolto di musica.

È da considera che probabilmente l’abbandono dell’iPod è uno scomodo promemoria del fatto che l’azienda non ha introdotto un prodotto rivoluzionario e fortemente innovativo da un po’ di tempo.

Come si comporteranno le azioni Apple?

Comunque, nessuno di questi sviluppi ha concretamente giustificato il sell-off di mercoledì 11 maggio. Ma l’attuale periodo per i titoli tecnologici non è dei migliori, con gli investitori che sono diventati molto sensibili e che reagiscono negativamente anche alle minime difficoltà.

Grafico settimanale Apple

Dal punto di vista tecno-grafico, il ribasso del 5% di mercoledì ha portato le azioni Apple a testare il livello annuale 141,39$, nonché zona di demand che sta ad indicare un’area con una forte presenza di rialzisti.

Potrebbe iniziare un rialzo importante considerando le previsioni di medio/lungo termine degli analisti, i quali hanno dato un giudizio di Strong Buy sul titolo Apple (27 su 43 totali).

Dall’attuale prezzo 144,54$ gli analisti hanno posto due obiettivi, il primo a 190,50$ (upside del 32%) mentre il secondo a 219,94$ (upside del 52,5%).

In conclusione, Apple rimane un’azienda solida che sta ancora trovando modi per crescere. Quindi per la maggior parte degli analisti vale la pena tenere duro nella speranza di sfruttare quest’onda negativa.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Approfondimento

Le azioni Electronic Arts sono ancora le blue chips dei videogiochi?

- Pubblicità -
Flavio Ferrara
Flavio Ferrara
Educatore Finanziario AIEF 2021 (n°iscrizione 772). Da sempre interessato alla finanza, ha dedicato gli studi nell'analisi tecno-grafica e nell'analisi fondamentale dei Mercati Finanziari. Laureato in Scienze Economiche, ha frequentato diversi corsi di specializzazione tra i quali un Master in Corporate Finance e un corso in Value Investing.

Articoli correlati

- Affiliazione -
- Pubblicità -
- Affiliazione -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -