- Pubblicità -

Giornata Di Dividendi In Italia, Quali Titoli Pagano Di Più?

- Pubblicità -

Mercato finanziario nazionali al ribasso nella giornata odierna per via dei pagamenti dividendi in Italia. Più di 60 società staccando i dividendi, con data di pagamento il 25 maggio. Dal grafico sotto si vede come i dividendi che le società quotate in Italia stiano spingendo al ribasso l’intero indice azionario nazionale nella sessione borsistica odierna. Il livello a 23.843 si sta mostrando un supporto importante.

Dividendi Italia: Le Società Con I Maggiori Pagamenti

Qf Immobiliare Dinamico

Al primo posto tra le società di oggi che paga dividendi in Italia è Qf Immobiliare Dinamico. La società ha reso pubblico che il pagamento totale sarà di € 60,5, con un dividend yield (rapporto tra prezzo e dividendo) del 89,44%. Una cifra impressionante, ma le normative sulle società immobiliari impone alle stese di distribuire la maggior parte dei loro utili sotto forma di dividendi. La distribuzione ha provocato una perdita del 75% circa del valore azionario passando da € 78,49 agli attuali € 19,43.

BNP Paribas Al Secondo Posto Tra I Distributori Di Dividendi In Italia

Tanto atteso il dividendo di BNP Paribas che si posiziona al secondo posto in valore assoluto della cedola In Italia. Il valore della cedola annuale si piazza a € 3,67. Lo scorso stacco è stato fatto a settembre 2021 per un valore pari a € 1,55. Si vede dal grafico sottostante l’apertura in gap del titolo in borsa, dovuto allo stacco del dividendo.

Il Dividendo Di Azimut Sale Del 30% Rispetto A Maggio 2021

Azimut si piazza al terzo posto in termini di valore assoluto per distribuzione dei dividendi in Italia. Il dividendo, che sarà pagato come tutti gli altri il 25 maggio, ammonta a € 1,30, in aumento del 30% rispetto al dividendo staccato il 24 maggio 2021. Dal 2012 al 2016 il dividendo di Azimut è stato in costante crescita, passando da € 0,25 a € 1,50. Negli anni 207 e 2018 la cedola si è ridotta a € 1,00 in entrambi gli anni, per poi ritornare a crescere nel 2019 con un dividendo nuovamente a € 1,50. Nel 2020 il valor dello stacco è diminuito a € 1,00 per via della pandemia. In questo momento appare che il dividendo della società crescerà nuovamente nei prossimi anni. Gli analisti ipotizzano che entro tre anni la cedola potrebbe arrivare a € 1,708.

Banca Generali

Il dividendo staccato oggi da Banca Generali è pari a € 1,15 e si posizione al quarto posto tra le azioni che pagano il maggior dividendo oggi in Italia. Si ricorda ai lettori che questo dividendo è “Ad Interim” e quindi soggetto all’approvazione degli azionisti. Il dividendo della società è cresciuto lentamente dal 2012 al 2019 da € 0,55 a € 1,25. Nel 2020 la pandemia ha costretto gli istituti creditizi a sospendere i pagamenti per avere maggiore liquidità a disposizione. Nel 2021 c’è stato il mega-pagamento di € 3,30 con un dividend yield arrivato al 10,9%.

Assicurazioni Generali

Assicurazioni Generali ha un dividend yield del 5,9%, maggiore rispetto al 4,8% della media industriale e si piazza al quinto posto per valore assoluto in termini di dividendi più alti in Italia. il dividendo della società è sempre stato in crescita passando da € 0,20 nel 2013 a € 1,07 nel 2022 e gli analisti prevedono una crescita fino a € 1,246 nel 2024.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Word2Invest su FacebookInstagramYouTube Twitch. Non esitate a condividere le vostre esperienze e/o opinioni commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dalla campanella o iscriviti al canale Telegram di Word2Invest.

Approfondimento

Utile Q1 Di Questa Società Non Accontenta Gli Investitori

- Pubblicità -
Angelo Papale
Angelo Papale
Analista finanziario per Word2invest con una rubrica su titoli quotati sulla borsa italiana, maggiormente aziende del comparto energetico, Dottore in Economia, Finanza e Mercati con Master in Corporate Finance.

Articoli correlati

- Affiliazione -
- Pubblicità -
- Affiliazione -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -