- Pubblicità -

Le azioni LVMH sono ancora delle “glamour stocks”?

- Pubblicità -

Le azioni LVMH rappresentano il più grande conglomerato del settore Lusso a livello mondiale con 75 brands in totale: Christian Dior, Louis Vuitton, Fendi, Marc Jacobs, Kenzo, TAG Heuer, Bulgari, Dom Perignon, Zenit, Sephora e molti altri.

LVMH (Euronext:LVMH) organizza i suoi brands  in divisioni, che includono moda e pelletteria, vini e liquori, profumi e cosmetici, orologi e gioielli.

I fondamentali delle azioni LVMH

LVMH ha una capitalizzazione di mercato attuale di oltre 318 miliardi di euro e un fatturato complessivo di 64 miliardi di euro di ricavi annuali, con un margine lordo generalmente compreso tra il 65 e il 68% e un margine di utile operativo ante imposte di circa il 18-22%, e un EBITDA margin di circa il 35%.

Il portafoglio di orologi dell’azienda rappresenta una quota di mercato del 7 % e include alcuni marchi attraenti come TAG Heuer e Zenith, ma non possiede nessuno dei marchi più prestigiosi come Audemars Piguet, Rolex o Patek Philippe.

La divisione Beauty rappresenta circa il 12% delle vendite e include anche i gioielli.

Fonte: LVMH investor relations
Fonte: LVMH investor relations

La maggior parte dei profitti della società è in dollari USA, con circa il 20% in euro e il restante circa il 50% in  un mix di dollari di Hong Kong, yen e altri FX.

LVMH è un conglomerato mondiale, anche se la sua dipendenza dalla Cina è aumentata in modo significativo negli ultimi anni.

I vini e gli alcolici hanno registrato una massiccia sovra performance, praticamente raddoppiando l’utile operativo rispetto al primo semestre 2020 grazie ad una forte crescita dei volumi.

In particolare, lo Champagne ha registrato una crescita del 57% su base annua.

Può essere interessante in questo momento comprare azioni LVMH?

Le azioni LVMH vengono scambiate ai prezzi correnti ad un P/E di 23,9 volte e un EV/EBITDA corrente di 12,6 sui risultati attesi per il 2022, multipli che scendono rispettivamente a 21,7 e 11,3 sui risultati attesi per il 2023.

Questi multipli sono in linea o leggermente al di sotto della media degli attuali competitors come Remy Cointreau nel settore Wine and Spirits e Swatch nel settore orologeria di lusso.

LVMH ha un rating S&P Global Credit di A+ (Fonte: S&P Global) e attualmente ha un rendimento di circa l’1,76%.

Malgrado la forte crescita e la solidità del gruppo LVMH, ci sono alcuni elementi su cui riflettere, per poter arrivare ad un giudizio.

Il crescente interesse per i beni di lusso da parte dei consumatori cinesi, ha portato la percentuale delle vendite in Cina a rappresentare il 45% dei ricavi delle vendite dai mercati asiatici, dato che può essere considerato preoccupante sotto un profilo di rischio geopolitico.

Ciò è dovuto alla situazione politica in Cina, dove non sembra più improbabile che il PCC (Partito Comunista Cinese) possa dichiarare che l’acquisto di beni di lussa sia “contrario” agli obiettivi o alle ambizioni dello stato.

Quello che è successo negli ultimi 18 mesi al settore tecnologico cinese può anche essere interpretato come un monito.

L’altro fattore di rischio è rappresentato dal probabile rallentamento economico/recessione breve negli USA e in Europa, a causa delle tensioni geopolitiche e dell’elevato tasso di inflazione.

Questi fattori potrebbero indurre il mercato ad un ridimensionamento della valutazione del settore Lusso e delle azioni LVMH e per questo non riteniamo particolarmente interessante comprare azioni LVMH in questo momento.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Approfondimento

Valore azioni BMW, tornerà a crescere?

- Pubblicità -
Roberto Contini
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking

Articoli correlati

- Affiliazione -
- Pubblicità -
- Affiliazione -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -