- Pubblicità -

Azioni ad alto dividendo: AbbVie

- Pubblicità -

Tra le azioni ad alto dividendo è difficile non considerare AbbVie, una delle aziende farmaceutiche di maggior successo al mondo, con ricavi per oltre $ 56 miliardi per l’intero 2021.

Oltre ad alcuni farmaci che risultano tra i più venduti al mondo, AbbVie ha un’importante pipeline di farmaci in fase di sviluppo nei settori dell’immunologia, oncologia ed estetica.

Una delle peculiarità di AbbVie (NYSE:ABBV) è che ha la possibilità di continuare a crescere tra il 5-10% all’anno per molti anni, indipendentemente dai cicli dei mercati finanziari e dell’economia.

Nel terzo trimestre 2021, AbbVie ha fatto registrare un fatturato di $ 14,3 miliardi di dollari (+11,2% in più rispetto allo stesso periodo del 2020), con forti incrementi dei ricavi nella maggior parte dei segmenti di business.

Particolarmente positiva la divisione di immunologia, che annovera importanti farmaci, tra i quali Humira, con un fatturato di 6,8 miliardi di dollari, in crescita del 15,3%.

Con un fatturato netto per il 2021 stimato a 56,2 miliardi di dollari, AbbVie è una delle aziende farmaceutiche di maggior successo al mondo, con una vasta pipeline di programmi di sviluppo di farmaci in fase avanzata in immunologia, oncologia ed estetica.

AbbVie probabilmente ha buone probabilità di continuare a crescere il suo fatturato per i prossimi anni, indipendentemente da ciò che sta accadendo nel mercato o nell’economia.

Nel 2023, verranno meno le rimanenti licenze di esclusività per Humira, uno dei farmaci più venduti per il trattamento dell’artrite che fino a quest’anno è stato la principale fonte di ricavi di AbbVie.

Ciononostante, AbbVie sta puntando molto sugli ulteriori sviluppi di due dei suoi farmaci già approvati nel settore  immunologico, Rinvoq e Skyrizi che potenzialmente vanno a coprire le stesse indicazioni terapeutiche di  Humira e che AbbVie sta potenziando, con l’obiettivo di ottenere una serie di indicazioni aggiuntive per aumentare ulteriormente il loro potenziale di guadagno.

La guidance del  management di AbbVie per Skyrizi e Rinvoq è quella di arrivare ad un fatturato combinato di più di $ 15 miliardi, ancora di più quanto Humira producesse  al suo apice.

Azioni ad alto dividendo. Acquistare azioni AbbVie in questa fase di mercato può essere interessante?

Le azioni AbbVie vengono scambiate a un rapporto prezzo/utili forward di 9,9 contro una media del settore farmaceutico di 13,5.

Il target price medio degli analisti è di $ 144, non molto più alto dell’attuale prezzo di mercato dopo i recenti rialzi del titolo.

A livello di valutazioni, particolare attenzione merita il free cash-flow che è stato di $ 21,7 miliardi nel terzo trimestre, un dato importante, grazie al quale AbbVie può sostenere senza problemi di offrire al mercato un rendimento da dividendo a del 4,24%, più alto rispetto a molti altri titoli farmaceutici di dimensioni simili.

AbbVie è anche un Dividend Aristocrat, che ha sempre aumentato i suoi dividendi per 49 anni consecutivi.

Finché il suo Free Cash-Flow continuerà ai ritmi visti negli ultimi anni, il management potrà tranquillamente continuare ad aumentare il dividendo ogni anno.

In un mercato in cui fino ad adesso andavano di moda solo le Growth Stocks con valutazioni molto elevate , gli investitori dovrebbero premiare una società come AbbVie che quota livelli ragionevoli e ha un rendimento da dividendo molto interessante.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social attraverso i pulsati dedicati qui sotto e commenta per condividere le tue esperienze ed opinioni sull’argomento.

Per restare aggiornato sui nuovi articoli pubblicati su Word2Invest attiva le notifiche dalla campanella e iscriviti al canale Telegram di Word2Invest per ricevere breaking news e i principali appuntamenti del calendario economico.

Approfondimento

Comprare azioni Paypal, è il momento opportuno?

- Pubblicità -
Roberto Contini
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking

Articoli correlati

- Affiliazione -
- Pubblicità -
- Affiliazione -

Ultimi articoli

- Pubblicità -
- Pubblicità -