Gli scenari possibili per le azioni Walt Disney

- Pubblicità -

Quali sono i possibili scenari delle azioni Walt Disney dopo 18 mesi dall’inizio della pandemia? È questa la domanda che si pongono diversi investitori in questo periodo.

Disney (NYSE:DIS) ha una serie di brand dominanti: ESPN, ABC, Fox, Pixar, Lucasfilm, FX, Marvel, e gestisce parchi a tema e crociere.

L’azienda si è trovata nell’occhio ciclone quando è iniziata la pandemia: chiusi parchi, teatri ed eventi sportivi, ferme le crociere. Però gli eccezionali numeri dei servizi di streaming hanno impressionato tutti e le azioni Disney sono salite di oltre il 100% dai minimi di marzo.

Disney+ ha chiuso il trimestre di marzo con 103,6 milioni di abbonati in tutto il mondo, sotto le aspettative di 109 milioni di abbonati, comunque un numero impressionante considerando che il servizio è stato lanciato meno di 2 anni fa.

Lo streaming è uno dei settori più competitivi e affollati e i consumatori sono sopraffatti da oltre 200 servizi di questo tipo in lotta per una quota di mercato e altri, come Viacom-CBS con Paramount+, stanno cercando di entrare in questo spazio.

L’abbonato americano medio ha quattro servizi di streaming video a pagamento e sarà abbonato ad una media di 5,7 servizi di streaming entro il 2024.  Disney+, Netflix, Prime Video, Hulu e HBO si possono avere per meno di $ 60 tutti insieme, un costo competitivo rispetto $ 64,41 (senza tasse o altre commissioni) della TV via cavo.

Lo streaming rappresenta il 26% di tutto il tempo trascorso in TV. La Tv via etere e la TV via cavo sono ancora dominanti, rappresentando il 64% di tutto il tempo trascorso in TV.

Tuttavia, i consumatori si stanno spostando verso i servizi di streaming.

Le azioni Walt Disney sono ancora interessanti a questi prezzi?

L’obiettivo di prezzo medio degli analisti è di $ 210, il che implica uno spazio per un rialzo del 18% rispetto all’attuale prezzo di mercato, ma la valutazione delle azioni Disney è comunque elevata.

Considerando gli utili attesi per il 2023, quando Disney aumenterà la crescita degli utili man mano che i suoi segmenti di business in difficoltà torneranno a rafforzarsi, siamo ad un premio del 42% rispetto alle medie storiche.

Il punto delicato è che lo streaming, dopo una crescita impetuosa, sta rallentando: il numero di abbonati a pagamento per il servizio Disney+ è cresciuto da 94,9 milioni nel trimestre precedente a 103,6 milioni nel secondo trimestre, sotto le aspettative e con una crescita del 9% rispetto al trimestre precedente.

Per continuare nel suo trend al rialzo Disney dovrà convincere gli investitori che la crescita degli abbonati ai servizi streaming non stia perdendo forza rispetto ai competitors.

Approfondimento

Crollo azioni Nio, cosa succederà?

- Pubblicità -
Roberto Contini
Operante nel settore investimenti da più di 30 anni, socio fondatore della Società Italiana di Analisi Tecnica, affiliata all’IFTA dal 1988, ha ricoperto ruoli da analista tecnico e fondamentale in Italia e all’estero ed è stato per 15 anni Responsabile Investimenti prima e successivamente Responsabile Area Advisory in Banca Intermobiliare d’Investimenti e Gestioni (BIM). Skills : Asset allocation, analisi tecnica e fondamentale, Macro View, stock picking
- Pubblicità -

Ultimi articoli

- Pubblicità -