Word2InvestForexGBP USD consolida le posizioni sotto 1,3900

GBP USD consolida le posizioni sotto 1,3900

- Pubblicità -

Durante l’ultima sessione della settimana il cambio gbp usd consolida il suo momentum ribassista passando al di sotto 1,3900.

Il movimento bearish intraday sulla sterlina, è stato favorito sia dalle vendite al dettaglio che hanno deluso le aspettative nel mese di maggio a -1,4% e sia dalla rapida diffusione della variante indiana Delta del Covid-19.

Mentre per quanto riguarda il dollaro americano al momento resta in fase di apprezzamento dopo la decisione da falco della Fed presa durante l’ultimo meeting di mercoledì sera.

Quando avverrà il “Freedom Daily ?”; questa è la domanda che si stanno ponendo gli inglesi in queste ultime giornate dopo che il governo ha posticipato la data al 19 luglio, seppure dalle ultime indicazioni sembra che vogliono anticipare la data di apertura al 5 luglio anche se sarà molto difficile in quanto i contagi sono in aumento con oltre 11.000 nuovi casi di Covid-19. Il più alto da metà febbraio.

La rapida diffusione della variante Delta ha anche spinto il governo a offrire vaccini a tutti i maggiori di 18 anni. Poiché questo ceppo, identificato per la prima volta in India, sembra infettare quelli con una sola dose in proporzioni maggiori rispetto ad altre varianti, anche il Regno Unito si sta affrettando a fornire rapidamente la seconda dose di vaccino.

Inoltre, come tutte le altre major, anche il cable continua a risentire delle ultime dichiarazioni più da falco della Federal Reserve indicando sia una riduzione degli acquisti delle obbligazioni e sia anticipando l’aumento dei tassi di interesse.

Il presidente della Fed Jerome Powell ha affermato che l’economia statunitense sta crescendo più velocemente del previsto e che l’inflazione è più alta e potrebbe persistere. Si tratta di un brusco cambiamento rispetto alla precedente insistenza della banca sul fatto che gli aumenti dei prezzi sono transitori. 

Analizzando il grafico giornaliero del cambio gbp usd, evidenziamo che dopo aver stazionato per diversi giorni all’interno della zona 1.4245 / 1.4100 (Bearish Order Block), il movimento decisivo ribassista iniziato il 16 giugno ha dato il via ad una movimentazione che ha continuato anche nei giorni avvenire, andando a formare la terza onda del conteggio di Elliott, la quale potrebbe avere la sua massima estensione esattamente al test della zona di demand tra 1.3740 e 1.3685.

cable

Approfondimento

Dollaro index in consolidamento al di sopra area 90,00.

- Pubblicità -
Giancarlo Della Pietà
Laureato in economia del commercio internazionale e dei mercati valutari presso dal 2012 è Chief Technical Analyst & Currency Strategist di TeleTrade Italia. È specializzato nello studio dei livelli di Fibonacci in maniera non convenzionale, nello studio dei Pattern Armonici e nella teoria delle Onde di Elliott.
- Pubblicità -

Ultimi articoli

Word2Invest - research value