Word2InvestAzioniItaliaLe Azioni Assicurazioni Cattolica potranno tornare ai livelli pre-covid?

Le Azioni Assicurazioni Cattolica potranno tornare ai livelli pre-covid?

- Pubblicità -

Nella giornata del 27 maggio le azioni Assicurazioni Cattolica (BIT:CASS) segnano un timido 0,38%, in attesa dei risultati trimestrali della giornata del 28 maggio. La società in questione, insieme ai suoi competitor hanno sofferto molto durante la pandemia. Del resto fa parte di un settore altamente ciclico. Infondata l’accusa di alcuni esponenti aziendali sulla violazione dell’art. 2636 del Codice Civile sull’illeceità d’influenze sull’assemblea tenuta in diverse date. Così si conclude un periodo travagliato per la società veronese.

Prospettive di crescita positive per le Azioni Assicurazioni Cattolica

Secondo gli analisti, tra cui J. P. Morgan, le prospettive di crescita per le azioni Assicurazioni Cattolica sono molto positive. Infatti, gli addetti ai lavori stimano una crescita su base annuale degli utili del 30,1% contro il 6,1% dell’industria assicurativa. Più basse, ma sempre maggiori a quelle industriali son ole prospettive sui ricavi. Essendo un settore altamente competitivo, la crescita dei ricavi risulta più bassa rispetto a quella sugli utili, cioè del 7,5% contro la decrescita del 2,7% dell’industria.

I multipli di mercato mostrano una situazione ambigua0 più orientata alla sopravvalutazione a nostro parere. Il P/E che risulta negativo a -38.1x contro il 9.7x medio industriale. La società ha un P/BV pari a 0.5x, inferiore rispetto a 0.9x industriale. Il PEG non risulta misurabile per via del P/E negativo.

La situazione finanziaria generale della società assicurativa presenta alcune criticità. Il rapporto di indebitamento risulta pari al 31,6% in base ai dati al 31/12/2020. Negli ultimi cinque anni lo stesso indicatore risulta in aumento da un dato di partenza del 10,7%. I flussi di cassa operativi non riescono a soddisfare il debito aziendale. Essendo non profittevole, l’azienda quest’anno non è riuscita a coprire economicamente gli oneri finanziari.

Zona di resistenza per le Azioni Assicurazioni Cattolica

Grafico settimanale Assicurazioni Cattolica

Il crollo causato dalla pandemia ha fatto registrare per le azioni Assicurazioni Cattolica una perdita borsistica del 56% circa, da un massimo di € 7,47 a € 3,30. Su quest’ultimo prezzo, il titolo rimbalza per testare € 5,385 per poi ritornare indietro a € 3,84. Il livello a € 5,385 è stato testato diverse volte come resistenza senza mai riuscire a romperla.

Anche le media a 60 e 180 periodi ci dicono che la fase di difficoltà del titolo non è ancora finita. Segnali positivi si potrebbero avere con la rottura settimanale di € 5,385, ma un ulteriore conferma deriverà dall’incrocio al rialzo della media a 60 con quella a 180. Intanto la candela settimanale attuale ha sfondato quella che è la media a 60 periodi, segnale di forza del titolo. Bisognerà vedere il ritest della media come supporto per avere un segnale di conferma aggiuntivo.

Approfondimenti

Le Azioni Zucchi sono un buon investimento?

- Pubblicità -
Angelo Papale
Analista finanziario per Word2invest con una rubrica su titoli quotati sulla borsa italiana, maggiormente aziende del comparto energetico, Dottore in Economia, Finanza e Mercati con Master in Corporate Finance.
- Pubblicità -

Ultimi articoli

Leggi anche i più popolari del momento

Word2Invest - research value