Word2InvestAzioniWall StreetInizio di una fase ribassista per le azioni Procter & Gamble?

Inizio di una fase ribassista per le azioni Procter & Gamble?

- Pubblicità -

La trimestrale delle azioni Procter & Gamble che saranno pubblicate prima dell’apertura di Wall Street potrebbero dare un ulteriore spunto per capire l’andamento nel breve e medio termine.

La pandemia ha scalfito poco la Procter & Gamble (NYSE:PG), difatti in neanche 2 mesi ha recuperato ampiamente le perdite a Wall Street e formando nuovi massimi storici.

Tutto ciò grazie al vantaggio competitivo in termini di costi, visto che la società riesce a mantenerli molto al di sotto dei suoi concorrenti dando una spinta in più sotto l’aspetto dell’aumento di marginalità.

Buoni fondamentali ma…

Le azioni Procter & Gamble sono in una botte di ferro sotto molti punti di vista ma esiste una criticità che bisogna tener conto.

Il colpevole è l’aspetto finanziario, traballante sia sotto l’aspetto della Posizione Finanziaria Netta (asset di breve non coprono né i debiti finanziari di breve né quelli di lungo termine) e sia sotto l’aspetto del Debt/Equity (al 65,2%).

Quest’aspetto è tenuto comunque molto sotto controllo anche grazie all’enorme flusso di cassa operativo (58,4%) societario.

Ma ora le note positive.

Le prospettive di crescita sia per quanto riguarda il fatturato (3,8% vs 3,6%) e sia per quanto riguarda gli utili (5,3% vs 4,8%) sono superiori rispetto al settore di riferimento (prodotti per la casa).

Prospettive di crescita Procter & Gamble vs settore

Altro punto di forza della società è il dividend yield, leggermente superiore rispetto la media dei competitors (2,4% vs 2,3%) ed inoltre è previsto un aumento di esso attestandosi al 2,6% nei prossimi anni.

Analisi e raccomandazioni analisti

Negli ultimi mesi diversi analisti hanno virato decisamente sul BUY (14 su 25) con stime di crescita nel breve/medio termine interessanti.

Dal punto di vista grafico interessante inizio settimana per le azioni Procter & Gamble, con una candela ribassista che sta tentando di rompere i 134,51$, una chiusura di venerdì al di sotto di essa potrebbe dare l’input di inizio ritracciamento.

Ma il ritracciamento sarà breve, visto il target dei 9 analisti HOLD a 130$.

I target degli analisti rialzisti sono due: il primo a 155,50$ (+16,4% dal prezzo attuale a 133,59$) mentre il secondo a 168$ (+25,8%).

Approfondimento

Comprare o vendere azioni Netflix?

- Pubblicità -
Flavio Ferrara
Educatore Finanziario AIEF 2021 (n°iscrizione 772). Da sempre interessato alla finanza, ha dedicato gli studi nell'analisi tecno-grafica e nell'analisi fondamentale dei Mercati Finanziari. Laureato in Scienze Economiche, ha frequentato diversi corsi di specializzazione tra i quali un Master in Corporate Finance e un corso in Value Investing.
- Pubblicità -

Ultimi articoli

Word2Invest - research value